Guida ai film gay leather – fetish

Calendar28 settembre 2016

Per ravvivare quelle che potrebbero essere noiose serate, vi invitiamo a scoprire alcuni film gay leather – fetish che a nostro avviso possono essere considerati dei veri e propri cult.

Di seguito un elenco, forse non esaustivo, ma che sicuramente comprende i film più interessanti (dal super famoso Cruising a titoli meno conosciuti come Gerontophilia).
Buona (fetish) visione!

 

CRUSINGCRUSING

  • di William Friedkin
  • con Al Pacino, Karen Allen, Paul Sorvino, Don Scardino, Joe Spinell, Jay Acovone, Barton Heyman, Richard Cox, Gene Davis, Randy Jurgensen, Sonny Grosso.
  • Titolo originale: Cruising
  • Genere: Drammatico
  • Uscito nel: 1980
  • Durata: 106 minuti circa
  • Nazione: USA

 

Cruising - Film gay leather - fetishCrusing è forse il più famose dei film gay leather.

Un investigatore viene incaricato di indagare su una serie di delitti commessi da un maniaco all’interno della comunità gay leather SM di New York. L’agente si veste come loro, frequenta i loro bar e ritrovi e alla fine riesce a catturare l’assassino. Ma intanto la frequentazione con i “diversi” ha fatto emergere qualcosa di “diverso” anche nel protagonista….

Il film che ha fatto scandalo (ma anche cassetta) negli Usa è artisticamente molto valido: il ritratto notturno della metropoli newyorkese è di quelli che restano nella memoria e gelano il sangue. Il film fu molto criticato dai benpensanti dell’epoca per il suo tema scabroso e le immagini molto crude; fu inoltre contestato dalla comunità gay in quanto sembrava speculare sull’equazione gay=perversi.

Puoi trovare Crusing su Amazon con audio italiano a questo link

QUERELLEQUERELLE

  • Di Rainer Werner Fassbinder
  • Con Brad Davis, Franco Nero, Burkhard Driest, Gunther Kaufmann, Laurent Malet.
  • Titolo originale: Querelle
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 95 min
  • Nazione: Francia – Germania
  • Anno di uscita: 1982

Film gay leather - fetish: QuerelleQuerelle è imbarcato sulla nave “Vengeur”, ancorata nel porto di Brest, è bello e forte ed è segretamente amato dal comandante della nave, il tenente Seblon (Franco Nero).

Sceso a terra, conosce in un bistrot-bordello il padrone del sordido locale, Nono, sua moglie Lysiane, amante del fratello di Querelle, Robert.

Querelle vende oppio a Nono e poi gioca a dadi con Nono la sua integrità, perde e ne subisce le conseguenze.

Girato interamente in un teatro di posa, con una fotografia surreale e intensa, Querelle è l’ultimo film di Rainer Werner Fassbinder in cui l’autore sembra spostare l’ambientazione dalla Germania a un universo immaginario popolato di immagini vagamente falliche.

In questo che è diventato un icona dei film gay leather, Fassbinder non evade dalle sue tematiche ricorrenti ‒ i rapporti di sopraffazione fra gli individui, le dinamiche relazionali sadomasochiste; anzi, isolandole come in un laboratorio, ne indaga moventi psicologici.

Puoi trovare Querelle, con audio italiano, su Amazon a questo link.

UN ANNO SENZA AMOREUN ANNO SENZA AMORE

  • Di Anahí Berneri
  • Con Juan Minujín, Mimí Ardú, Carlos Echevar-ria, Ricardo Merkin, Javier van de Couter, Osmar Núñez, Juan Carlos Ricci, Carlos Portaluppi, Bárbara Lombardo, Ricardo Mo-riello, Daniel Kargie-man.
  • Titolo originale: Un año sin amor
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 95 min
  • Nazione: Argentina
  • Anno di uscita: 20056

Un Ano sino AmorUn giovane scrittore, Pablo, affetto da Aids, combatte giorno dopo giorno contro la sua malattia.

Quando scopre che probabilmente non avrà più di un anno di vita inizia a scrivere un diario.

Non ha l’ambizione di scrivere un’opera letteraria, ma vuole invece riflettere e scoprire in quale direzione la sua condizione lo stia portando.

Il sesso rimane forse la cosa che più lo fa sentire vivo e quando inizia ad avventurarsi in pratiche sadomaso scopre il profondo legame tra paura e desiderio.

Questo film gay leather ha vinto il premio Teddy Bears al festival di Berlino 2005.

Puoi Trovare il film (versione originale con sottotitoli in Inglese e Francese) su Amazon

O FANTASMAO FANTASMA

  • Di Joao Pedro Rodrigues
  • Con Ricardo Meneses, Beatriz Torcato, Eurico Vieira, Andrea Barbosa
  • Titolo originale: O fantasma
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 90 min
  • Nazione: Portogallo

O fantasmaAnno di uscita: 2000

Sergio, netturbino, svolge il suo lavoro nella zona nord di Lisbona.

È lui il fantasma a cui il titolo fa riferimento: indifferente a tutto, Sergio trascorre le sue giornate in una stanza in affitto di una pensione dedicandosi prevalentemente al sesso anonimo con altri uomini o alla masturbazione.

Questa ricerca spasmodica del piacere, accompagnata da continue ossessioni erotiche, lo rende insensibile alle ombre che cercano di avvolgerlo: l’amore di Fatima (Beatriz Torcato), una collega di lavoro, la strana sorveglianza di un poliziotto, il desiderio ambiguo del suo caposquadra.
Le “avventure” di Sergio hanno una dimensione marcatamente feticista e bdsm: dall’ossessione per gli slip usate da un uomo verso cui prova attrazione alle tute in rubber, al trasformarsi in un cane, e via dicendo.

Presentato alla Mostra del Film di Venezia del 2000 (come candidato a Miglior Film), questo film gay leather spicca per la sua “diversità”, esplicita nelle immagini e nei contenuti e a tratti incomunicabile, proprio come un fantasma.

Rodrigues sceglie infatti come teatro dell’azione una Lisbona marginale, periferica, anonima; a stabilirne i tracciati sono le traiettorie notturne dei netturbini. In particolare quelle di Sergio, diverso per vocazione, estraneo a ogni genere e convenzione, in grado di concepire l’amore unicamente come atto sovversivo. È un escluso che vive drammaticamente la separatezza.

Un film a trati onirico, surreale pur nella precisione chirurgica e realistica di certe scene; franco e mai consolatorio al punto da essere disturbante.

Puoi trovare O Fantasma (versione originale con sottotitoli in Inglese e Francese) su Amazon

INTERIOR LEATHER BARINTERIOR LEATHER BAR

  • Di James Franco, Travis Mathews
  • Con Val Lauren, James Franco, Christian Patrick, Travis Mathews, Brenden Gregory
  • Titolo originale: Interior Leather Bar
  • Genere: Docu-finction
  • Durata: 90 min
  • Nazione: USA
  • Anno: 2013

Interior Leather BarNel 1980 il regista americano William Friedkin (L’esorcista), dirige un film controverso che suscitò aspre polemiche: Cruising, ambientato nella comunità gay SM di New York.

Pare che quel film gay leather, che scandalizzò i benpensanti, ma fu anche accusato di omofobia dalla comunità gay, contenesse 40 minuti di scene di sesso estremo ed esplicito, tagliate dal regista per non incorrere in quel “X rating” che lo avrebbe bollato come pornografico.

Interior Leather Bar è una sorta di docu-fiction che ricostruisce il processo di realizzazione dei quei leggendari 40 minuti andati perduti.

Interior. Leather Bar ha il coraggio espressivo di spingersi dove solo un porno gay può arrivare, e lo fa però in un contesto autoriale. L’assioma è semplice: l’arte è creatività e la creatività nasce dalla libertà di espressione. Partendo da questo assunto, è automatico convenire quanto la censura sia la bestia nera della libertà e, transitivamente, dell’arte.

Il film è infatti, sostanzialmente, un inno alla libertà (sessuale, di espressione) per dimostrare che in un’epoca in cui guerra e violenza vengono serviti anche nelle fasce tv protette, l’amore tra due uomini rimane ancora un tabù inviolabile.

Puoi trovare Interior Leather Bar (versione originale USA) su Amazon

SEBASTIANESEBASTIANE

  • Di Derek Jarman
  • Con Ken Hicks, Barney James, Neil Kennedy, Leonardo Treviglio
  • Titolo originale: Sebastiane
  • Genere: Drammatico /storico
  • Durata: 80 min
  • Nazione: Inghilterra
  • Anno: 1980

SebastianeDurante una festa orgiastica alla corte di Diocleziano, indetta per celebrare i vent’anni del suo regno, Sebastiano, capo delle guardie di palazzo e pupillo dell’imperatore, è accusato di simpatia verso i cristiani.

Acerrimo persecutore dei fedeli della nuova religione, Diocleziano lo degrada e lo confina in un’isola deserta.

Severo, capo della guarnigione cui è affidata la sua custodia, si innamora di lui. Sebastiano, però, non cede alle sue lusinghe.

In questo film controverso, girato interamente in latino, Jarman riprende una versione apocrifa della vita san Sebastiano, in circolazione solo dagli inizi del XX secolo e dal Martyre de Saint Sébastien di Gabriele D’Annunzio, ma assai diffusa all’interno della comunità gay, che faceva del giovane soldato l’amante dell’imperatore. Coinvolto in un attentato all’imperatore, il giovane cristiano viene inviato al confino sotto scorta.

Jarman scelse questo film per proporre immagini d’intimità fisica fra uomini, mostrati in nudità totale (cosa all’epoca ancora rara e molto trasgressiva) ed anche mentre amoreggiano, in scene deliberatamente romantiche e liriche, ma anche molto sensuali. E la maggior parte delle polemiche che questo film sollevò derivano proprio da questi due aspetti, la nudità e la presenza di rapporti omosessuali tra i soldati romani che montano la guardia a Sebastiano.

Puoi trovare Sebastiane (versione originale in latino con sottotitoli in inglese) su Amazon

GERONTOPHILIAGERONTOPHILIA

      • Di Bruce La Bruce
      • Con Walter Borden, Pier-Gabriel Lajoie – Lake, Katie Boland, Moe Jeudy, Yardly Kavanagh, Nastassia Markiewicz, Brian D. Wright
      • Titolo originale: Gerontophilia
      • Genere: Drammatico
      • Durata: 82 min
      • Nazione: Germania-Francia
      • Anno:2013

GerontophiliaSake è un 18enne, con uno spirito assai più maturo della sua età, che scopre avere una fissazione particolare per gli uomini anziani.

Quando sua madre, infermiera, assume la gestione di un ospizio, Lake coglila palla al balzo offrendosi come aiutante per l’estate.

Sul suo nuovo posto di lavoro Lake stringe amicizia con l’anziano Mr. Peabod. L’amicizia tra il giovane e l’anziano diventa sempre più forte, con Lake affascinato dalle storie di gioventù che gli racconta Mr. Peabody.

Il film indaga in maniera inusuale per Bruce La Bruce, cioè con uno stile narrativa “classico” e adatto al grande pubblico, i temi della perversione e del feticismo.

Ecco cosa dice il regista in una intervista a Repubblica:

«Cos’è la perversione»?

«La perversione intanto non è una parola negativa di suo, tutti abbiamo le nostre perversioni, la vedo solo un modo per rendere il sesso più interessante. Freud diceva che tutto quello che non è connesso direttamente alla procreazione è una perversione, un bacio per esempio non serve a procreare».

« C’è chi è rimasto disgustato da certe scene, in particolare i primi piani con i baci tra i due protagonisti».

«Questo mi fa in qualche modo piacere, un film che suscita reazioni è sempre qualcosa di positivo. Però bisogna guardare questo film in modo diverso, la mia è stata una provocazione minore, non inquadriamo il tutto dal punto di vista dell’erotismo, in questo film c’è la purezza di un ragazzo, Lake che trasforma la sua perversione in compassione, compiendo dei sacrifici».

Puoi trovare Gerontophilia (versione originale con sottotitoli in Inglese e Francese) su Amazon